Kublai

Conversazioni creative

Informazioni

PROGETTO PAESTUM

Promuovere e valorizzare, attraverso il miglioramento dell’offerta, i luoghi d’arte meno frequentati dal grande pubblico, perché spesso esclusi dagli itinerari turistici, sfruttando la notorietà di quelli più conosciuti

Luogo: AREA CAPACCIO-PAESTUM
Membri: 29
Attività Recenti: 5 Lug 2013

Descrizione del progetto

Con il nostro progetto, io e le mie colleghe, siamo intenzionate a suggerire una proposta per promuovere e valorizzare l’area di Capaccio-Paestum, attraverso il miglioramento dell’offerta, cercando di sfruttare la notorietà di alcuni luoghi d’arte, per attrarre un maggiore flusso di turisti anche in zone spesso poco frequentate.
L’idea di partenza su cui abbiamo basato il nostro lavoro è stata la costruzione di un circuito culturale, che prevede come tappe principali gli scavi archeologici ed il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, il Museo Narrante di Hera Argiva ed infine il santuario della Madonna del Granato.
La scelta di questi luoghi è stata determinata dalla loro forte connotazione storica che li lega al territorio, infatti il Museo Archeologico nazionale di Paestum è tra i più importanti musei “di sito” esistenti in Italia. La diverse sezioni, ricche di una scelta di oggetti e monumenti straordinari, di pannelli, disegni ricostruttivi, plastici consentono al visitatore di ripercorrere la storia dell’ampio territorio che si estende a sud del fiume Sele, dalle più antiche presenze umane (35.000 anni fa) sino alla fondazione della città (600 a.C. circa), prima greca, poi lucana ed infine campana.
Allo stesso modo gli scavi archeologici, il cui valore ha avuto una forte incidenza nella storia formativa della cultura europea tra la metà del XVIII e la metà del XIX secolo ed è rimasto nell’immaginario collettivo per i suoi splendidi templi dorici. Infatti le loro immagini, fissate da pittori, incisori, architetti e le suggestioni letterarie che gli edifici ispirano contribuirono a conferire ai templi un elevato valore simbolico, che li rese l’emblema di una riscoperta della Grecia come radice storica della cultura dell’ Europea moderna.
Il Museo Narrante di Hera Argiva invece ha una diversa formazione: nel 2001 viene ospitato all’interno della vecchia Masseria Procuriali, una casa colonica dell’Ente di Bonifica degli anni ’30 del Novecento, totalmente restaurata, la struttura espositiva, propone le diverse chiavi di lettura del vicino santuario di Hera Argiva, un sito archeologico che ha pochi elementi visibili, ma che tuttavia è un posto unico per molti aspetti: il mito della fondazione da parte di Giasone; il culto di hera durato per secoli; l’importanza dei reperti. Il racconto si snoda attraverso filmati, ricostruzioni tridimensionali, video installazioni, effetti sonori, pannelli illustrativi che accompagnano il visitatore restituendo la complessità della storia del luogo e la suggestione che ancora oggi il santuario emana.
Infine, il Santuario della Madonna del Granato è situato nei pressi delle mura che un tempo racchiusero la città di Caputaquis. Sin dal IX secolo d.C. gli ultimi abitanti di Paestum salirono sul monte Calpazio, per trovare riparo più sicuro a causa delle continue razie saracene. Sin da allora la chiesa costituì un punto di riferimento culturale e religioso che ancora oggi aggrega le comunità dei paesi limitrofi. In questo luogo caro alle comunità cilentane, da secoli ogni anno si rievoca la festa in onore della madonna del Granato alla quale i fedeli dedicano delle arche votive ricche di frutti e di fiori, in un folto pellegrinaggio proveniente da varie località del Cilento e che culmina sul sagrato del santuario.
Come appare in prima analisi i primi due sono luoghi di maggiore affluenza e più conosciuti dal grande pubblico rispetto ai secondi; ed in effetti le statistiche ufficiali del Ministro per i Beni e le Attività culturali lo testimoniano. Nell’anno 2008, nel circuito archeologico che comprende i templi ed il museo di Paestum, le presenze registrate sono state 67539, a fronte dei 9178 turisti che hanno visitato il Museo Narrante di Hera Argiva.L’attuazione del progetto si basa su stetegie e obiettivi attuabili nel medio-lungo periodo, ciò tramite un monitoraggio costante della domanda, l' aggiunta di servizi accessori e infine una comunicazione e promozione della nostra offerta.PAESTUM.pptx

Forum di discussione

presentazione del progetto paestum 3 Risposte 

Ecco il power point che abbiamo strutturato per la presentazione del nostro progetto!Aspettiamo commenti, consigli e soprattutto critiche!!! :DContinua

Iniziata da Mariagrazia Guerrasio. Ultima risposta di Sergio Grillo 28 Mag 2010.

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di PROGETTO PAESTUM per aggiungere commenti!

Commento da Anna Ruocco il 29 Novembre 2010 a 9:36
Ciao Vito,ti ringrazio per il commento, il Progetto Paestum non è stata un'idea singola di Maria Grazia, ma è un progetto di Gruppo costruito anche da altre ragazze tra cui io serena D'Amato e Rosanna Falanga, questo progetto è nato proprio per rivalutare un risorsa che forse è troppo trascurata a causa di alcuni competitors più pubblicizzati,
speriamo che il nostro progetto prima o poi venga realizzato e non rimanga solo un sogno su carta....
Commento da vito greco il 28 Novembre 2010 a 12:03
Bellissima risorsa culturale italiana.....
circa 10 anni fa, sono venuto li a fare i rilievi topografici per la realizzazione dell'aerofotogrammetria dell'intero tratto Salerno-Paestum, per conto della Provincia di Salerno.
Bellissima esperienza.
Bellissima idea la tua; ciao Mariagrazie
Commento da Palma Emanuela Abagnale il 28 Novembre 2010 a 11:15
E' un bellissimo progetto: ci siamo anke noi di camCampania, seguiteci anke su fb, potremmo collaborare ;)
Commento da Angelita Levato il 1 dicembre 2009 a 15:38
Ciao Mariagrazia,
sono Angelita, faccio parte del gruppo di coaching di Kublai, ed è con piacere che mi sono soffermata a leggere il vostro progetto. Mi piace esprimere i miei commenti a caldo senza effettuare ulteriori approfondimenti e dettati esclusivamente da una immediata sensazione sul progetto.
Mi pare che, tali iniziative, richiedano grandi risorse in termini di investimento umano, ciò non solo sotto il profilo numerico ed economico, ma quanto sotto il profilo professionale. In sede di pianificazione di un progetto d'impresa, riveste una particolare importanza l’organizzazione della struttura aziendale e, al suo interno, delle risorse umane investite ed impiegate. Non mi pare che di ciò si faccia riferimento alcuno in termini di professionalità presenti e di quelle che devono essere coinvolte. In tale ambito, più che in altri, il successo si costruisce con le persone prima ancora che con le idee. Altra considerazione nasce sulle attrattive oggetto di studio: i luoghi d’arte. Sono di fatto i vostri strumenti operativi. E’ necessaria che ci sia una autorizzazione? Da chi? E come si ottiene? Come si vuole realizzare un Osservatorio turistico nel sistema Valle del Sele? Mi fermerei qui, attendendo un vostro chiarimento. Naturalmente sono disponibile ad ulteriori approfondimenti che potranno essere utili anche al fine di ottenere agevolazioni finanziarie a sostegno della Vostra iniziativa. Ritengo, ad occhio, che si possano utilizzare fondi per la creazione di nuove realtà imprenditoriali. A tal fine è necessario dettagliare l’ammontare dell’investimento previsto separando i costi di investimento, necessari alla realizzazione dell'iniziativa, da i costi di gestione utili per il mantenimento dell'iniziativa.
Cari saluti a presto
Angelita
Commento da Federico V. il 30 Novembre 2009 a 10:07
Ciao Mariagrazia
sono Federico, faccio parte del gruppo di coaching di Kublai, ed ho la fortuna di occuparmi del tuo progetto.
Ho visto che hai pubblicato la presentazione del tuo progetto. Ora me la guardo con attenzione e commenterò - in tempi brevissimi - il tuo lavoro.
Nel frattempo, segui il consiglio di Nicola e sposta la presentazione tra le discussioni (ovvero clicca su "Avvia discussione") e lì apri una discussione caricando il files powerpoint
A presto
Federico
Commento da Nicola Salvi il 30 Novembre 2009 a 9:16
ciao mariagrazia, sto guardando la presentazione, ma ti consiglio di inserirla sopra, nell'area di testo dove sta la descrizione del progetto, altrimenti tra i commenti non la vede nessuno!!
Commento da michela vinciguerra il 25 Novembre 2009 a 18:15
Grazie per il benvenuto!
Le letterine arrivano...piano piano ;-))
Commento da Anna Ruocco il 25 Novembre 2009 a 17:40
che bello.. piano piano il nostro gruppo sta crescendo...grazie e benvenuti ai nuovi membri!!!
Commento da Mariagrazia Guerrasio il 25 Novembre 2009 a 13:04
PAESTUM.pptx

buon giorno a tutti!
allego il powerpoint del progetto realizzato da me, Rosanna, Anna e Serena!
Commento da Anna Ruocco il 25 Novembre 2009 a 9:41
Wow che bello, sono contenta che la nostra idea seppure ancora acerba sia piaciuta e spero che grazie a kublai il nostro sogno non sia solo una mera illusione, ma qualcosa che in futuro possa davvero relalizzarsi
 

Membri (29)

 
 
 

ATTENZIONE


A BREVE SARA' ATTIVATA LA NUOVA PIATTAFORMA DI KUBLAI: VI PREGHIAMO DI NON INSERIRE ALCUN CONTENUTO DA VENERDI' 4 LUGLIO ORE 16.30 IN POI.

 
Martedì 8 Luglio riceverete in e-mail le istruzioni per accedere alla nuova piattaforma e cambiare la password.
Qui maggiori informazioni (e anche qualche anteprima di quello che succederà :)

Segui il nostro blog

Kublai Webinar: La finanza da problema a soluzione

Come sapete qui in Kublai siamo sempre in movimento.Eccoci quindi pronti con il nuovo Webinar, al quale invitiamo tutta la community: Mercoledì 24 Settembre ore 20:45 – La finanza da problema a soluzione Insieme agli amici di Banca Etica, Andrea Baranes e Roberto Marino, affronteremo insieme una riflessione sul ruolo della finanza nell’economia. E poi
leggi di più

La Mattonaia un anno dopo. Intervista a Riccardo Panelli.

Metti  una cascina nel Chianti Senese.Metti insieme un biologo, un apicoltore, un perito agrario, uno psicologo, un visual designer. Metti  che sono  tutti amici e giovani sui trent’anni e con il sogno di fare innovazione sociale grazie ad attività rurali.Ed ecco che nasce una splendida realtà che è  La Fattoria Mattonia, progetto vincitore del Kublai Award dello scorso
leggi di più

Seguici..

Progetto Kublai

Promote Your Page Too

© 2014   Creato da Kublai Webmaster.

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio